SINKHA UNIVERSE
HOMEbackground

 
sinkha shop
background
graphic novels
gallery
hyleyn.com
darshine.com
patrito.com
sinkha contest


Copyright ©1991- Virtual Views
italianoenglish



fantascienza.com

<LE CORPORAZIONI> <LA SFERA DELL’EYEN> <MDC> <LE OTTO GENEMATRIX> <I SINKHA>

  
  
INTRODUZIONE
 

Oltre due milioni di anni fa la Galassia era dominata da un popolo di spietati guerrieri: I Khahaek.
Erano gli incontrastati padroni, mentre tutte le civiltà che attualmente popolano i sistemi planetari del nostro braccio della Galassia non erano ancora nate.
Poi, misteriosamente, i Khahaek scomparvero e con loro sparirono quasi tutte le tracce di quell’antica civiltà.
Solo due reperti archeologici di valore inestimabile, due Métaporte, insegnarono ai Kehiti come viaggiare fra le stelle.

Dopo cinquantamila anni molte culture si sono diffuse in questo braccio della Spirale ed anche gli umani, sebbene la Terra sia ufficialmente ignara, sono della partita.

Gli avvenimenti narrati in “Sinkha” appartengono al nostro tempo.
L’universo nel quale agiscono i Sinkha e le grandi Corporazioni è il nostro stesso universo e sebbene sia ricco di molti millenni di storia non è ancora il passato... e non è una visione del futuro.
La Terra fornì a questo universo a lei sconosciuto la forza della quarta matrice biologica.
I Kehiti, fondatori dell’MDC, la più grande delle Corporazioni, iniziarono a prelevare Umani dalla Terra oltre diecimila anni fa.
Erano le operazioni preliminari per l’attuazione del loro progetto che prevedeva un graduale supporto all’evoluzione della giovane ma promettente razza umana.
Ma la risposta alle speranze dei Kehiti da parte della quarta matrice, cioè gli esseri della Terra, fu alterna e spesso non positiva.
Si decise di rinunciare al progetto e la Terra sicuramente ne pagò le conseguenze; mentre gli umani prelevati dal pianeta natale si evolvevano e si diffondevano nell’Area del Contatto.
Oggi oltre il trenta per cento della popolazione dell’MDC è Umana e molti occupano posizioni di potere al fianco degli alieni Kehiti.
La Terra rimase quindi in una posizione di emarginazione e fu quasi dimenticata.

Mentre sul nostro pianeta iniziamo un nuovo millennio, i fossili viventi sono tornati per rivendicare il loro antico dominio e non molto lontano dal nostro mondo si comincia a tremare.
Solo gli Immortali, i Sinkha, sono in grado di contrastare la più antica e feroce civiltà dell’universo conosciuto. Ma per i Sinkha i Khahaek non sono l’unico problema: milioni di pianeti abitati riservano continue sorprese... e per i Viaggiatori di Darcron non c’è mai tregua.

<INTRODUZIONE> <LA SFERA DELL’EYEN> <MDC> <LE OTTO GENEMATRIX> <I SINKHA>

  
  
LE CORPORAZIONI
  

Le Corporazioni sono le strutture socio-economiche in cui si sono suddivisi gli esseri sviluppatisi dalle 8 genematrix e che abitano i pianeti del braccio esterno della nostra galassia. Queste civiltà, dopo essere entrate in contatto tra loro, si sono poco per volta costituite in diverse Corporazioni. La nascita di diverse Corporazioni è dovuto alle vicende che hanno scritto la storia della Galassia: scissioni, alleanze ed a volte anche guerre. Da oltre diecimila anni, pur rispettandosi pacificamente sul filo di trattati difficili ed accenni di guerre fredde, i vari gruppi non hanno voluto accettare strutture sociali, politiche ed economiche comuni. Inoltre in alcuni casi le differenze biologiche sono tali da non consentire un assetto sociale condivisibile. Attualmente ve ne sono cinque più l’Eyen ed ognuna comprende più matrici genetiche. Segue una breve descrizione delle corporazioni mentre nella mappa si può vedere la distribuzione nella galassia dei sistemi planetari e dei gruppi stellari che le compongono.
 
 
     
 
 
Eyen
L’Eyen comprende ovviamente i Sinkha più gli esseri di tutte le 8 matrici genetiche, purché abbiano superato un elevato stadio evolutivo, e gli esseri sintetici.
(Vedi La Sfera dell’Eyen)
 
1a Corporazione
MDC - Metaport Development Corporation
(SCD - Speetris Coohr Droptok)
La più grande e potente delle cinque Corporazioni, si estende su un’ampia porzione del braccio della Galassia. Comprende Umani, Kehiti, Cetidi e Sintetici.
(Vedi MDC)
  
2a Corporazione
CWC - Closed Worlds Corporation
(TDD Tyuni Darhon Droptok

È una corporazione formata da Kehiti xenofobi che si sono separati dall’MDC perché non tollerano la presenza nella corporazione dei terrestri. In realtà non sono solo i terrestri a non essere graditi, ma tutte le altre matrici genetiche. Solo gli esseri sintetici sono stati accettati tra loro.
  
3a Corporazione
Genetika
(Getnky)

E’ una corporazione costituita principalmente da Ecsemorph e da altre matrici che sono state assorbite ed elaborate geneticamente. Si sono costituiti in una corporazione a se stante principalmente per problemi etici e legislativi.
 
4a Corporazione
EPC - External Planets Corporation
(THD Tyuasac Hon Droptok)

Questa corporazione è stata costituita dalle popolazioni che abitano i pianeti esterni della galassia che non offrono condizioni ottimali di abitabilità, soprattutto a causa della loro atmosfera ricca di idrocarburi. Gli esseri che abitano questi pianeti, con l’esclusione dei Pneumopods originari di questi sistemi, sono stati modificati geneticamente per adeguarsi alle condizioni ambientali. Questa corporazione è formata da Kehiti e Umani modificati geneticamente, Pneumopods e Sintetici.
 
5a Corporazione
Independent
(Tyont)

Costituita principalmente da Akxidi e Dir-Ark, questa corporazione è suddivisa in migliaia di feudi con leggi e strutture sociali autonome spesso molto diverse fra loro ed a volte quasi assenti in una sorta di anarchia.

<INTRODUZIONE> <LE CORPORAZIONI> <MDC> <LE OTTO GENEMATRIX> <I SINKHA>

  
  
LA SFERA DELL’EYEN


PAHARSEN - Uno dei mondi artificiali costruiti dai Sinkha
  

La definizione di sfera, che deve intendersi solo in modo filosofico, rappresenta sia il forte legame che unisce i suoi popoli che il concetto di guscio, o protezione, indistruttibile.
In effetti, dal punto di vista strettamente geografico, L’Eyen appare frammentato e si estende all’interno delle cinque regioni governate dalle compagnie e giunge fino alla frontiera.

L’Eyen ha comunque un nucleo centrale composto da 84 sistemi stellari, tutti popolati tramite la costruzione di pianeti artificiali o la bonifica di pianeti naturali deserti, e da due pianeti con vita autoctona. Uno di questi due pianeti è Arahon, l’origine di tutti i Sinkha.
Altri 120 pianeti (ma il numero è in crescita) sono posti lontano dal nucleo, ma non per questo esterni alla sfera dell’Eyen.

L’Eyen è una sorta di paradiso costruito dai Sinkha; i suoi abitanti vivono in una condizione altamente privilegiata, godendo di una grande quantità di benefici. Non è facile entrare in questo pseudo paradiso, e per essere accettati, che si sia singoli individui o intere civiltà, occorre avere raggiunto un elevatissimo livello di evoluzione sociale e di pensiero.

L’Eyen è un insieme di pianeti e mondi artificiali concepito e creato dai Sinkha: una sorta di civiltà estesa all’interno dell’Area del Contatto nella quale vivono in una condizione altamente privilegiata esseri provenienti da tutte le otto matrici genetiche conosciute. L’Eyen è una civiltà di oltre novecento miliardi di esseri. È aperta ed in continua espansione, ma non per questo accessibile a tutti. Solo gli individui la cui filosofia ha superato un ben preciso stadio evolutivo vengono accettati.

<INTRODUZIONE> <LE CORPORAZIONI> <LA SFERA DELL’EYEN>
<LE OTTO GENEMATRIX> <I SINKHA>

  
  
MDC

 
  

MDC fondata oltre 500 secoli fa dai Kehiti è la più grande ed aperta delle corporazioni.
E’ popolata principalmente da Kehiti, Umani ed esseri sintetici che, secondo le leggi dell’MDC, hanno uguali diritti e doveri.
La struttura governativa è articolata come un’azienda commerciale.
Le leggi prevedono forti restrizioni nell’uso di allucinogeni virtuali ed immersioni oniriche. Anche l’ingegneria genetica è regolamentata in modo molto più restrittivo rispetto alle altre corporazioni.
La cultura varia da pianeta a pianeta con grande libertà e nel rispetto delle leggi locali che, ovviamente, non devono contraddire le leggi base dello statuto corporativo.
La grande quantità di umani presenti, sia come cittadini che come governanti nell’MDC, proviene dalla Terra su cui sono stati generati, specialmente nell’antichità, un grande numero di individui di questa matrice genetica.
Gli umani portati sui pianeti dei Kehiti (da sempre affascinati dalla psiche umana) si riproducevano rapidamente mentre la medicina molto evoluta degli alieni ne allungava sempre di più la vita.
Così gli uomini, allora preistorici, provenienti dalla Terra divennero nell’arco di circa 10.000 anni molto più evoluti di quelli attualmente presenti sul pianeta originario.
Ma soprattutto divennero molto numerosi vedendo le nuove generazioni sovrapporsi alle precedenti che allungavano la loro vita sino a qualcosa che oggi si può assimilare ad una immortalità biologica.

Inoltre il prelevamento di esseri umani consenzienti è continuato nei secoli, dall’Egitto e dall’antica Grecia sino ai giorni nostri, sebbene il fatto sia avvenuto sempre in segreto.
La terra in realtà ha troppi sistemi politici e non può ancora essere assimilata dall’Area del Contatto. Inoltre la Terra è posizionata geograficamente all’interno della (terza) Corporazione che non accetta ingerenze e che ha sempre mostrato molta ostilità nei confronti dei terrestri.

<INTRODUZIONE> <LE CORPORAZIONI> <LA SFERA DELL’EYEN> <MDC> <I SINKHA>

  
  
LE OTTO GENEMATRIX

 
 

Per genematrix si intendono gli schemi genetici che hanno dato origine a civiltà senzienti ed evolute.

Le otto genematrix oggi conosciute, e che sembrano essere anche le uniche presenti in tutta la galassia, sono quelle dei:
  
1a. Kehiti.
È stata una delle prime genematrix a svilupparsi ed evolversi ed è la più importante e diffusa nella galassia.. Ma è soprattutto grazie alla scoperta delle métaporte ed all’iniziale monopolio sulla loro gestione che i Kehiti hanno acquisito un’enorme potenza. Vagamente simili agli umani, la loro altezza varia dipendentemente dalla gravità dei pianeti su cui si sono sviluppati da novanta centimetri a due metri e trenta.
 
2a. Cetidi.
Sono esseri con una morfologia che li rende adatti alla vita nell’acqua. Il loro mondo di origine è, in effetti, un pianeta completamente ricoperto da un immenso oceano. La razza dominante presenta, per via della crescita continua, adulti di dimensioni variabili da uno a circa dodici metri a seconda dell’età. Altre razze meno evolute di questa genematrix possono raggiungere la ragguardevole lunghezza di duecento metri. È importante notare che questa genematrix ha una scala evolutiva continua, e quindi le varie razze sono via via meno intelligenti in modo continuo e spesso confondibile.
 
3a. Sinkha.
Per notizie su questa genematrix vedi la voce “Sinkha” in questo stesso archivio.
 
4a. Umani.
Supportata dai Kehiti sino dalla preistoria, la matrice genetica dei terrestri si è diffusa in tutta l’Area del Contatto. Oggi, a parte i Sinkha, è seconda solo agli stessi Kehiti, per espansione e potere, ed occupa oltre il trenta per cento della popolazione della più grande delle corporazioni. Il fatto più curioso è che il pianeta d’origine, la Terra, è rimasto emarginato ed all’oscuro di tutto ciò: oggi i suoi abitanti hanno raggiunto solo la loro luna e non sono a conoscenza del fatto che il pianeta che loro chiamano Giove nasconda una métaporta. Ad aggravare la situazione della Terra c’è anche un problema logistico: essa infatti si trova all’interno della seconda Corporazione, che, come è noto, è costituita da Kehiti xenofobi.
 
5a. Pneumopod.
Sono esseri "atmosferici": i loro polmoni oltre che per respirare hanno la funzione di veri e propri aerostati.Le loro dimensioni sono di circa tre metri compresi i lunghi tentacoli nastriformi.Il loro pianeta di origine è un gigante gassoso costituito essenzialmente da atmosfera. Questa genematrix, che si è sviluppata e diffusa sui pianeti con atmosfera estremamente ricca di idrocarburi, ha costruito fantastiche città aeree: le più antiche non utilizzano sostentatori gravitici e sono tutt’ora uno spettacolo di architettura aerostatica.
 
6a. Akxidi.
Esoscheletrati, presentano ben tre razze evolute con diverse forme e dimensioni. Tutte sono dotate di otto arti ed una testa dotata di un organo dedicato alla comunicazione cromatica. Le loro dimensioni variano da circa trenta centimetri sino a cinque metri, dipendentemente dalla gravità del pianeta e dalla razza.
 
7a. Exemorph.
Questi esseri hanno sviluppato un’elevatissima abilità nell’ingegneria genetica di cui custodiscono gelosamente i segreti. In realtà vivono nell’unica corporazione che non ha stabilito rigide regole etiche per la manipolazione genetica. Per questo motivo appaiono nei più imprevedibili aspetti e le più varie dimensioni. La grande variazione nella capacità cerebrale, calibrata anche psicologicamente in funzione dell’attività a cui l’individuo é destinato già prima della nascita, rende indistinguibile una razza dominante rispetto ad animali di livello inferiore. Adeguati come dimensioni e forma alle loro mansioni si potrebbero definire inquietanti imitazioni dei Sinkha.
 
8a. Dir-Ark.
Gli esseri basati su questa genematrix sono esoscheletrati e caratterizzati da dimensioni variabili fra tre e otto metri di altezza, dipendentemente dalla gravità del pianeta su cui sono nati. Caratterizzati da quattro gambe molto esili ed allungate su un addome orizzontale dal quale parte un busto eretto dotato di due braccia.
 
 
Tutte queste matrici genetiche sono descritte attraverso gli esseri che ne rappresentano l’esempio più evoluto.
 
Escluse la terza e la settima, ognuna di esse ha una base che parte da organismi unicellulari e cresce attraverso una ampia scala di animali e vegetali.

<INTRODUZIONE> <LE CORPORAZIONI> <LA SFERA DELL’EYEN>
<MDC> <LE OTTO GENEMATRIX>   


  

 
 

I SINKHA
Creature Immortali ai confini della fisica

 

I Sinkha, nonostante siano filosoficamente legati ad Arahon, sono entità in possesso di una psiche indipendente.
La struttura fisica differenziata rende ciascuno di loro adatto ad una specifica funzione.
Darcron, ad esempio, è un Sinkha strutturato per essere un immensa astronave ed anche la materia rigida che costituisce il suo guscio esterno appartiene, a dispetto dell’apparenza, alla terza matrice biologica.

Sui Sinkha troverete interi trattati: studiosi vi spiegheranno il motivo della loro immortalità, vi parleranno di come la materia che li compone si formata da molecole subatomiche e di molte altre cose.
Ma la verità è che nessuno sa esattamente chi è un Sinkha semplicemente perché nessuno scienziato ha mai potuto esaminarne uno.

Anche il loro aspetto è misterioso ed ingannevole: potrà apparirvi come astronave o essere umano. Dicono che la loro forma è rigida, cioè che non possono trasformarsi in una cosa o l’altra, ma anche questo non è assolutamente certo.

Anche nei confronti degli abitanti dell’Eyen, umani, Sintetici, Kehiti o altri alieni, i Sinkha mantengono il più assoluto riserbo.
Le uniche cose certe dei Sinkha è che sono realmente immortali, non solo biologicamente ma anche fisicamente, e che sono talmente potenti da dover essere riconosciuti come i veri padroni dell’Area del Contatto.

<INTRODUZIONE> <LE CORPORAZIONI> <LA SFERA DELL’EYEN>
<MDC> <LE OTTO GENEMATRIX>